What dust will rice? Il museo sotto assedio (o in esodo...) | Grechi | Visual Ethnography

What dust will rice? Il museo sotto assedio (o in esodo...)

Giulia Grechi

Abstract


Questo articolo presenta una lettura posizionata di un processo aperto e irrisolto, che vede da decenni accendersi un forte confronto intorno al ruolo e all'identità dei musei contemporanei, rispetto alla loro vocazione di istituzioni preposte alla formazione dei cittadini. Un ruolo che, in un contesto caratterizzato da una situazione economica e culturale complessa, sta attraversando inedite conflittualità, ma che sta anche sperimentando nuove modalità di ridiscutere alcune questioni, come quelle della rappresentatività e dell'accessibilità del museo in quanto spazio pubblico, del patrimonio, della cittadinanza, dell'autorità delle narrazioni museali. L'articolo consiste in una rielaborazione di "appunti di campo" relativi all'incrocio tra ricerca teorica e pratica curatoriale che ho accumulato negli ultimi due anni, lavorando su due piani sovrapposti: la ricerca in un ambito che incrocia antropologia culturale, studi culturali e postcoloniali, museografia, e la pratica curatoriale, sperimentata attraverso l'attività di Routes Agency, l'agenzia indipendente di curatela della quale faccio parte.

Keywords


museum; ethnographic museum; post-colonialism; museo dell'oro di Bogotà; contemporary art; curatorial practice

Full Text:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.12835/ve2013.1-0013

Refbacks

  • There are currently no refbacks.


ISSN Print 2499-9288
ISSN Online 2281-1605
Publisher Altrimedia Edizioni
Patronage University of Basilicata, Italy
Web Leonardo Di Benedetto



Periodico registrato presso il Tribunale di Matera, numero di registrazione 2/2014